fbpx

Col riposo vegetativo è arrivato il momento di potare l'uliveto e il vigneto

Con la fine di gennaio e le piante in pieno riposo vegetativo inizia il periodo migliore per potatura gli alberi da frutto, in particolare dell’ulivo e della vite.

Potare vuol dire aiutare la pianta a crescere con vigore; a migliorare fioritura e resa qualitativa e quantitativa dei frutti; a prevenire le malattie; oltre che, da ultimo, migliorare la sicurezza dei nostri campi e del nostro orto dando anche un senso estetico alle nostre colture.

La potatura è anche un momento di stress e vulnerabilità per le nostre piante, per questo sono state pensate alcune soluzioni naturali che hanno il fine di cicatrizzare e proteggere quei tagli e quelle ferite che, necessariamente, l’albero subisce: è il caso della Farina di Basalto® per uso fogliare.

Ma andiamo per passi.

uliveto con piante di ulivo appena potate

Soluzioni post-potatura dell'ulivo

La potatura dell’olivo è uno dei momenti più importanti nella cura dell’oliveto e, in olivicoltura i periodi, in fase di produzione sono due:

  • la potatura secca che avviene, in base alla latitudine, tra gennaio e marzo. Si tratta di potare l’ulivo quando è a riposo vegetativo con un intervento importante che ha l’obiettivo di dare vigore alla pianta per la stagione successiva;
  • la potatura verde che avviene, invece, nella stagione estiva e ha l’obiettivo di eliminare polloni e succhioni.

Diverse sono le finalità delle diverse tecniche di potatura a secco.

Mantenere la chioma sana e arieggiata consentendo una buona penetrazione della luce e aria per evitare gli attacchi di parassiti e favorire equilibrio tra foglie e rami. Regolare e rinnovare le formazioni fruttifere e controllare l’eventuale fenomeno di alternanza di produzione.

Il trattamento post-potatura con Farina di Basalto Tipo XF

Il Trattamento dell’Ulivo con Farina di Basalto Tipo XF in questa fase è tesa ad aiutare la pianta a risarcire le ferite derivate dai tagli e contrastare l’insediamento di patogeni fungini e batterici, come il batterio  della rogna dell’olivo.

Il trattamento in questa fase, permette di beneficiare anche dell’effetto biostimolante del silicio che consente una maggiore resistenza a stress abiotici, quali potrebbero essere gelate tardive nella fase di risveglio vegetativo.

Scopri di più

Soluzioni post-potatura della vite

Anche potare la vite è un momento fondamentale che, in viticoltura, incide pesantemente sulla produzione di uva sia in termini di quantità che di qualità. Anche per il vigneto possiamo distinguere in due periodi di intervento:

  • tra novembre e marzo, in base alla latitudine, viene realizzata la cosiddetta potatura secca durante il riposo vegetativo;
  • la potatura verde che avviene durante diversi periodi dell’anno, da primavera sino in estate, in base alle diverse finalità per cui è realizzata.

Guyot, “a cordone speronato”, “ad alberello” o “vite a pergola”, tante sono le tecniche di potatura della vite, ognuna ha una caratteristica: quella di provocare stress alla vite.

Il trattamento post-potatura della vite con Farina di Basalto Tipo XF

Il Trattamento della vite con Farina di Basalto Tipo XF ha come obiettivo quello di apportare alla vite quei minerali che servonoall’induzione fiorale della stagione successiva.

Inoltre, il silicio contenuto nella farina di basalto,  ha grande efficacia sia come cicatrizzante che nella prevenzione e difesa da patogeni fungini che svernano sui tessuti della pianta come l’oidio o la botrite.

Scopri di più

Privacy Preference Center